fossi cresciuta in una classe a cerchio

L’altra sera sono andata al cinema a vedere Monsieur Lazhar, e mi sono emozionata.

Ogni volta che vado al cinema mi pento e ripento dei soldi spesi nel filmaccio scelto, e dopo anni, e quando dico anni intendi ANNIIII, mi sono seduta e mi sono goduta ogni fotogramma, fino all’ultimo. La storia, l’intensità dei bambini, il freddo di Montreal e il vedere le stagioni alternarsi, la drammaticità delle due storie che s’incrociano senza incontrarsi mai. Tutto, mi è piaciuto tutto.

E il vedere questo non-insegnante rimettere i banchi nella posizione canonica e tornare a metodi d’insegnamento che mi hanno tormentato l’infanzia, mi ha fatto pensare a come sarebbe potuta essere la mia prima formazione se si fosse svolta in un ambiente armonioso, con i banchi a cerchio, i lavoretti fatti a mano e le pareti colorate.

Immagine

Ti immagini l’artista che sarei ora? Il genio creativo che questo metodo d’insegnamento avrebbe tirato fuori da me? Ah deciso, vado a cullarmi nei miei sogni d’artista per tutto il giorno

saluti e smancerie varie da un’artista mancata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...